Awareness, conversion e post-purchase: ecco gli obiettivi della lead nurturing

Obiettivi della lead nurturing: awareness, consideration, conversion e post purchase. Gli strumenti per raggiungerli e il Marketing Automation.

Abbiamo già visto quali sono le caratteristiche della lead nurturingLead nurturing? Prima di vendere, coltiva il rapporto con il cliente»): adesso scopriamo insieme quali sono gli obiettivi e gli strumenti.

Possiamo sintetizzare gli obiettivi della lead nurturing in 4 punti:

a. awareness: conoscere il brand tramite i canali off/online;
b. consideration: stimolare l’interesse sul brand, lavorando sull’intenzione d’acquisto (i dati di engagement forniscono il supporto in questa fase per la segmentazione del target di riferimento);
c. conversion: i contenuti mirano alla conversione, puntando su offerte dedicate al pubblico segmentato;
d. post-Purchase: creare contenuti per la fidelizzazione del cliente.

Se questi sono gli obiettivi, molteplici possono essere gli strumenti, ma quelli utilizzati devono riferisi a un’unica domanda: qual è o quali sono gli strumenti/canali più efficaci per raggiungere il mio cliente rispetto all’obiettivo che mi sono posto?

Ti indichiamo solo alcuni degli strumenti più utilizzati, ovvero:

Facebook Lead Ads per creare un pubblico personalizzato, caricando una lista di email clienti che hanno avuto il consenso al trattamento e cercando delle similar audience;
Google Adwords per la creazione di segmenti di pubblico Customer Match, caricando una lista di email clienti su Adwords;
Email Marketing: che permette di realizzare comunicazioni One-to-One, personalizzate a costi ridotti rispetto agli altri strumenti di web marketing.

Insomma, devi conoscere molto bene i lead raccolti tramite le campagne di lead generation perché, come avrai già ben capito, le attività di Lead Nurturing ci permettono di creare una relazione con i tuoi potenziali clienti. Per questo motivo, la Marketing Automation è fondamentale per ottimizzare i flussi di lavoro: con i software di Marketing Automation conosciamo le abitudini di acquisto e le preferenze delle persone e, grazie all’integrazione tra fonti e sistemi, inviamo messaggi sempre più pertinenti.

Condividi e commenta con Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

pippo