Shopping online? Tranquillo, ci pensa PayPal

PayPal, la piattaforma che protegge il tuo denaro e i tuoi acquisti (quasi sempre). Come funziona e qual è la protezione adeguata

Senza dubbio, Paypal –  che fino al 2015 è stata una società unica con eBay, ma  nel luglio 2015 si è quotata in maniera indipendente – rappresenta il metodo di pagamento più rapido e più richiesto per gli acquisti on line, su numerosi circuiti di shopping su internet. Sai bene che questa piattaforma ti consente di evitare di comunicare ad ogni acquisto il numero della tua carta di credito o del tuo conto corrente, limitando i rischi di clonazione e di furto dei dati tramite spyware o malware e fornendo al contempo un sistema di pagamento rapido e semplice.

COS’È PAYPAL

Non è un mistero – anche se ancora molti italiani non hanno un conto su PayPal e non sanno nemmeno di cosa si tratti – che PayPal è piattaforma on line di trasferimento di denaro (le transazioni possono essere effettuate in circa 30 valute e in oltre 50 Paesi). Connettendosi al sito, è possibile registrarsi per ottenere login e password per il proprio account, che, una volta attivato, risulta visivamente e operativamente simile a quello di una qualsiasi piattaforma di home banking. Non si tratta però, evidentemente, di un vero e proprio conto corrente, dato che non comporta obblighi né oneri, né tantomeno canoni.

Le funzioni possibili, inoltre, non includono, come nel caso delle banche on line, la possibilità di pagare bollette o fare trading, ma si limitano al trasferimento di denaro: puoi eseguire pagamenti, ricevere denaro o pagare automaticamente beni e servizi acquistati on line tramite i circuiti abilitati. A completamento dell’offerta, PayPal ha poi introdotto di recente una propria carta prepagata, oltre che un’app per smartphone, per agevolare gli acquisti fatti da dispositivo mobile.

COME FUNZIONA

Il trasferimento di denaro da un account all’altro avviene, quasi sempre, in tempo reale. Si possono inoltre effettuare transazioni come cittadino privato, oppure come società, emettendo in automatico ricevuta o fattura dopo ogni operazione. Se sei un privato, i pagamenti non comportano commissioni, così come gli accrediti a privati e il trasferimento di denaro da PayPal a conto corrente e viceversa. Ricevere denaro come venditore, invece, implica il trattenimento di una percentuale da parte della piattaforma, che così realizza il proprio guadagno. Lo stesso vale per il trasferimento di denaro utilizzando soldi non disponibili sul conto o su una prepagata PayPal, ma prelevati dal conto corrente.

LA SICUREZZA DEL PAGAMENTO

Il denaro necessario può essere caricato sull’account, che così funziona come un conto ricaricabile a sé stante, oppure può essere addebitato sulla carta di credito, sulla prepagata o sul conto corrente collegato al profilo dell’utente. Solo PayPal conosce questi dati, che sono protetti da un avanzato sistema di crittografia. Infatti, quando si effettuano le transazioni, le terze parti coinvolte conoscono solo il nome identificativo del titolare del conto PayPal, che coincide con il suo indirizzo e-mail, necessario all’attivazione dell’account.

I soldi ricevuti in pagamento, o comunque presenti sul conto, possono poi essere trasferiti sul conto corrente del titolare tramite bonifico emesso dalla stessa PayPal, oppure possono essere tenuti nel portafoglio PayPal, pronti per una nuova transazione.

Condividi e commenta con Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

pippo