Food e beverage? Indicazioni per emergere su Instagram

Consigli su cosa e come pubblicare su Instagram contenuti Food & Beverage. Persone al centro della strategia, storytelling, estetica, foto e messa in scena.

Non sai come emerge su Instagram con i tuoi post Food & Beverage? Ecco qualche utile consiglio.

Le persone al centro della tua strategia
Il vero fulcro della tua comunicazione su Instagram sono follower, clienti e dipendenti. È, perciò, fondamentale pubblicare ciò che interessa al tuo pubblico e, in generale, alle persone che sono coinvolte nelle tue attività. Devi capire quali post hanno potrebbero avere maggiore successo: per riuscirci, è necessario fare analisi e listening periodici, controllando l’adeguatezza del tuo target (usa Generalmente il #repost è molto utile, soprattutto per  i contenuti che ti riguardano (pubblicati dai tuoi clienti e avventori): chi ha mangiato nel tuo ristorante, chi ha bevuto la tua birra, chi ha degustato i tuoi prodotti biologici. È un ottimo modo per dimostrare la tua riconoscenza, oltre che una vera e propria tipologia distinta di contenuti.
Non dimenticare mai che pubblicare foto dei tuoi dipendenti o collaboratori mentre lavorano significa dedicare spazio alla faccia più nobile e sensibile del business. Ed è certamente un contenuto sempre più apprezzato e diffuso.

Storytelling e storytelling in ogni pubblicazione
Ricorda che fare storytelling di food e beverage non significa produrre una fiction letteraria o una storia inventata. Sii sempre sincero o realista, perché Instagram è la piattaforma visual per eccellenza per il Food & Beverage.
I testi, associati alle foto, ti permettono di dare tante sfumature diverse alle tue storie: dedica una sezione distinta del Calendario Editoriale a Instagram. Nella tua pianificazione per questo canale dovresti includere le foto che andrai a pubblicare, le didascalie che aggiungerai (specificando bene gli emoji da usare) e gli hashtag. Cosa raccontare? Ecco qualche esempio:

1. com’è nata una certa ricetta (idea di fondo, scelta delle materie prime, aggiunta di particolari, modifiche finali, variazioni successive);
2. se hai un birrificio, puoi raccontare l’arrivo dei luppoli e del malto che userai per rendere la tua birra inconfondibile;
3. se sei un sommelier, puoi mostrare i ferri del mestiere: bicchieri, bottiglie, collezioni, libri che consulti per aggiornarti, foto che ti ritraggono mentre fai servizio, ecc.

Nella pianificazione delle pubblicazioni, ricordati di lasciare spazio anche alla promozione degli eventi: incontri, fiere di settore, presentazioni di prodotti, degustazioni, ecc. Spesso nel racconto degli eventi, less is more: non pubblicare troppo scatti, scegline pochi, di qualità e rappresentativi di momenti notevoli del meeting.

Estetica unica e riconoscibile
Il successo su Instagram dipende molto dall’aver creato un’immagine del brand riconoscibile e consistente. Cosa rende unico il tuo brand? Quale messaggio intendi diffondere su questa piattaforma? Quali sono i tuoi obiettivi di business? Ecco le domande da porti.
Devi cercare di parlare da subito alle persone giuste: identifica dunque le tue buyer personas e scegli con cura un tono di voce aziendale che rifletta l’anima del brand. Ma una brand image ben distinguibile è fatta anche di consistenza. Perciò dovrai identificare e seguire un filo conduttore che leghi i post del tuo feed. Puoi puntare sul soggetto delle foto, sui filtri, sugli schemi di colori o sullo stile dei tuoi sfondi: scegli un elemento unificante e fanne il perno della tua comunicazione.

 

Punta sulle stories
Le Storie sono contenitori ideali per scene del backstage o per gli scatti spontanei, ma puoi  includere brevi filmati che raccontano il lavoro dietro le quinte. E ricorda che puoi sempre personalizzare le foto usando i filtri, le menzioni, gli hashtag, il luogo e la data. Ovviamente, puoi anche aggiungere dei testi.

 

Foto di qualità e messa in scena
Fotografie improvvisate, senza filtri o editing sono sinonimi di poca professionalità. Devi curare al massimo la qualità delle foto e usarle per trasmettere visivamente e immediatamente la cura e l’attenzione che l’azienda pone in tutto ciò che fa.
Per esempio, puoi mostrare la cura che metti nel realizzare i tuoi piatti, o testimoniare un evento che hai organizzato nella tua location, o condividere vedute degli angoli più particolari del tuo locale (ristorante, wine bar, cantina, azienda, ecc.).
Dedica tempo alla fase di styling, esalta colori e forme per trasmettere gli aromi e i sapori. Bisogna cercare di proiettare, per così dire, i piatti fuori dalla cornice dell’immagine, e stimolare al massimo il desiderio dell’osservatore. Attenzione anche all’allestimento che decidi di usare per lo sfondo.

Condividi e commenta con Facebook

Un commento su questo post

  • articolo molto interessante! io sono un fotografo food di
    professione, michelangeloconvertino.it, e credo che queste indicazioni possano essere molto utili!grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

pippo